Perchè è stato realizzato RISK management
Caratteristiche del programma
Struttura del programma
Funzionalità del programma
Funzionalità accessorie
Sicurezza
Personalizzazioni

PERCHÈ È STATO REALIZZATO RISK management

Il problema

La situazione attuale, in Italia come in tutti gli altri paesi comparabili, è caratterizzata da grande turbolenza e da forti discontinuità. L'ambiente in cui le imprese devono operare è sempre più complesso e occorre agire con ampiezza di vedute, rapidità e decisione per costruire dei vantaggi competitivi che si rivelano, peraltro, sempre più transitori.

In questo contesto occorre un ripensamento globale delle strategie dei processi, delle tecnologie e delle risorse umane, spesso anche solo per riuscire a sopravvivere. Ci si pone di fronte al compito di ripensare l'azienda, di "reingegnerizzare" il business, in altri termini ripensare l'azienda, i suoi processi, le sue tecnologie nell'ottica della soddisfazione del cliente.

La realtà globale dell'azienda sta cambiando rapidamente.

Se fino a ieri si poteva pensare di realizzare vantaggi competitivi duraturi basati su economie di scala, riduzioni del personale, strutture fortemente gerarchiche basate su un management molto definito ed organizzato per specifiche unità di business, oggi si scopre che sempre più i vantaggi competitivi che si aggiungono possono essere rapidamente annullati dalla concorrenza e che, se non si reagisce velocemente al cambiamento, si rischia di venire marginalizzati.

Occorre dunque elaborare precise strategie focalizzare e implementare rapidamente e bene queste strategie; occorre riuscire a coniugare un'elevata qualità con basso prezzo; occorre creare strutture aziendali più leggere, piatte con efficaci collegamenti trasversali e ottimi canali informativi. Occorre, infine, fare in modo che il top management sia in grado di comandare per delega e consenso, guidando efficacemente squadre motivate di uomini in un quadro socioeconomico che punta a ridimensionare od a eliminare i garantismi ed a premiare la propensione al rischio.

Già ma quale rischio?

Fattori esterni imponderabili, incontrollabili, aleatori (es. rischio di prezzo, di una valuta straniera, di nuova entrata nel settore/business ecc.)
Fattori interni (errori, vandalismo, frodi, perdita di dati, non rispetto delle norme e leggi, mancata salvaguardia dei patrimonio, ecc.)

determinano i Rischi di Impresa. L'importanza relativa ai tipi di rischio può ovviamente variare in funzione delle particolari condizioni di mercato e della specifica realtà aziendale, ma appare evidente come un processo sistematico di attiva ed attenta considerazione e controllo dei rischi costituisca a pieno titolo una componente primaria di una moderna gestione aziendale.

In termini assai essenziali, questo processo sistematico si basa su precise politiche aziendali che ne fissano le ragioni e gli obiettivi e stabiliscono la specifica soglia di tolleranza nei confronti di ciascun tipo di rischio. Queste politiche costituiscono la premessa essenziale per un attivo controllo di ciascun rischio, la cui realizzazione è resa possibile da precise scelte strategiche e tattiche riguardanti lo sviluppo, la messa in atto e il continuo monitoraggio di una strategia di controllo.

Mentre è, evidente che anche il migliore sistema di controllo non permette di isolare l'azienda da avvenimenti esterni che determinano un cambiamento del rischio, è importante ricordare che questo sistema permette di minimizzare le conseguenze economiche di questi avvenimenti e soprattutto permette di evitare risposte avventate, emotive ed improvvisate, di fatto assai costose in un momento di crisi.

Il processo di controllo dei rischi costituisce pertanto una componente strategica per assicurare la completitività di una azienda.

Le tecniche

I rischi che incombono sull'Azienda possono essere classificati in:

Rischi Puri:
Rischi che causano danni materiali ai beni di proprietà
Rischi di responsabilità civile
Danni alla proprietà altrui che si ripercuotono sull'impresa stessa
Morte-invalidità-malattia dei dipendenti
Rischi Speculativi:
Rischi di mercato
Rischi politici
Rischi di innovazione
Rischi di gestione:
Rischi finanziari
Rischi di produzione

Il Risk Management è la tecnica di gestione dei rischi d'impresa che tende a salvaguardare attraverso l'uso di strumenti di varia natura (prevenzione, ritenzione, assicurazione, ecc.) e nelle migliori condizioni di costo, il patrimonio dell'impresa contro le perdite che possono colpirla nell'esercizio della propria attività.

La individuazione dei rischi aziendali comporta un iter operativo che segna la fase di:

individuazione del rischio
quantificazione e misurazione del rischio e valutazione economico
individuazione delle possibili strategie di Risk Management tendenti a minimizzare gli effetti economici del danno
monitoraggio dell'andamento dei livello del rischio.

Le Aziende hanno cominciato a proteggersi contro i rischi aziendali stipulando polizze di assicurazioni. Tuttavia l'aumento dei costo degli impianti e delle attrezzature, la diffusione dei fenomeno di internazionalizzazione e le crescenti dimensioni delle società, oltre alla maggiore complessità dei rischi ai quali esse sono esposte, suggeriscono che la sola copertura assicurativa non sempre è il metodo per salvaguardare il patrimonio aziendale.

Le polizze assicurative consentono, inoltre, di proteggersi dai soli rischi puri; mentre per i rischi speculativi soggetti all'attività gestionale o i rischi politici e di innovazione, non esistendo polizze assicurative, si devono adottare misure atte a ridurne l'impatto o le conseguenze:

migliorie strutturali o procedurali,
nazionalizzazione di programmi e strutture,
programmi di formazione del personale volti a richiamare la loro attenzione sui problemi impliciti e sui mezzi per evitarli,
criteri di valutazione ed indicazione dei massimali di esposizione (massimo rischio probabile),
adozione di procedure/processi alternativi/integrativi per ridurre le fasi di maggior rischio,
adozione di programmi di controllo e verifica delle procedure o delle prassi gestionali per aumentare l'affidabilità dei processi e delle attività aziendali, procedure di sicurezza ed impianti di protezione ed allarme,
prevenzione da furto, rapina ed infedeltà.

L'adozione di misure di controllo e di gestione delle strutture di protezione (addestramento delle squadre di pronto intervento, costante manutenzione degli impianti antincendio, ecc.) consentono, tra l'altro, di poter ottenere riduzioni dei tassi pagati per le polizze assicurative già in essere.

Si deve giungere ad un programma di gestione dei rischi che può comprendere:

self insurance,
retention,
assicurazione,
politica delle franchigie e stop losses,
polizze globali,
business interruption,
captive insurance;
proposte sulla politica della gestione del rischio ed assicurativa:
responsabilità e competenze
procedure per la segnalazione della variazione dei rischi
procedure per la gestione dei danni,
adozione di procedure e controlli più affidabili
miglior monitoraggio di aree/attività operative,
ecc.

La metodologia

L'obiettivo generale è quello di favorire ed attivare lo sviluppo della specifica funzione di Risk Management in Azienda. Il raggiungimento di questo obiettivo generale richiede di:

sensibilizzare i collaboratori riguardo l'importanza delle gestione dei rischio, il tipo di processo utilizzato per identificare, quantificare e giudicare l'importanza prioritaria delle diverse possibili fonti di rischio, il processo di sviluppo delle politiche e di delega delle responsabilità operative relative al Controllo del rischio;
determinare gli atteggiamenti e le opinioni dei Management e diretti rischio medesimo;
determinare e valutare le modalità di scelta e la frequenza di utilizzazione dei diversi strumenti di gestione dei rischio;
determinare i fattori che possono promuovere o limitare l'ulteriore sviluppo di un sistema di attivo controllo del rischio.

La metodologia applicativa segue il seguente iter:

individuazione dei macro processi aziendali, d]elle attività di ciascun processo ed identificazione dei potenziali rischi esterni/interni che potrebbero negativamente colpire l'attività/processo
costituzione dei gruppo di lavoro e di riferimento
definizione delle priorità di intervento tra i processi aziendali
interviste ai responsabili finalizzate alla identificazione, misura e valutazione dei rischi; organizzazione delle responsabilità strategiche ed operative nella gestione dei rischi; uso di strumenti di gestione dei rischi; uso di servizi di consulenza e supporto; fattori condizionanti lo sviluppo della funzione di controllo dei rischi; possibile evoluzione futura
valutazione e verifica dei risultati delle interviste: mappa dei rischi, (categorie di rischio, calcolo del peso/coefficiente di rischio) proposte, azioni possibili, analisi di coerenza, analisi costi/benefici ecc.
elaborazione della matrice di Risk Management, inclusiva di una scala di priorità
proposte alla Direzione e decisioni
realizzazione ed attuazione dei piano di gestione dei rischi
reporting e verifica dei risultati.


CARATTERISTICHE DEL PROGRAMMA

RISK management è un programma italiano, realizzato sotto Windows, studiato per coadiuvare il responsabile della gestione del rischio aziendale nello svolgimento delle fasi previste per la gestione dei rischi aziendali.

RISK management consente di:

individuare i rischi incombenti
valutarne probabilità del verificarsi e le possibili conseguenze
individuare le possibili azioni quantificandone costi ed efficacia per poter sopportare le scelte sulla base di analisi costi/benefici
predisporre delle schede di valutazione del rischio che diano un quadro completo di quanto riguarda un rischio
gestire le azioni conseguenti.


STRUTTURA DEL PROGRAMMA

RISK management è studiato per svolgere le seguenti fasi del processo di Risk Management:

Individuazione dei processi aziendali e dei 'punti di rischio'
RISK management consente di individuare i punti di rischio sui quali si deve indirizzare l'attenzione del Risk Manager. L'individuazione verrà effettuata mediante la identificazione dei processi, dei sottoprocessi aziendali e delle relative attività. Per questa analisi possono essere personalizzate delle tabelle di attività e di processi disponibili nel programma.
 
Quantificazione del Rischio per attività
RISK management consente di valutare i rischi connessi alle attività aziendali per consentire l'utilizzazione ottimale delle risorse economico/finanziarie a disposizione. La valutazione avviene identificando e analizzando le aree di potenziale rischio sulla base fattori di rischio individuandone la natura e l'entità del danno che può essere subito. I fattori di rischio ed i relativi pesi possono essere definiti dall'utente.
La metodologia utilizzata per la valutazione del rischio, pur basandosi su una struttura di calcolo scientifica, consente di basare le valutazioni sulle informazioni disponibili in azienda limitando i costi di approfondimento dell'indagine solo ai casi di maggior rischio.
 
Gestione della struttura del Gruppo
La possibilità di modulare gli interventi con la maggiore efficacia, richiede che si abbia un quadro compiuto del gruppo o dell'azienda in cui il Risk management opera. Oltre a determinare lo scenario nel quale si deve operare, la struttura del gruppo o dell'azienda influenza le priorità e la scelta degli interventi protettivi da adottare per effetto della differente potenzialità di rischio a seguito dei volumi coinvolti dalle diverse localizzazioni (giro d'affari, fatturato, numero dei dipendenti, caratteristiche del management, sensibilizzazione degli operatori alla gestione del rischio, ecc.).
RISK management fornisce la possibilità di utilizzare il programma per gestire unitariamente i rischi delle aziende appartenenti ad un gruppo o di predisporre gestioni separate per azienda o per ramo di attività, consentendo la massima riservatezza nell'utilizzo del programma.
 
Individuazione delle possibili azioni di protezione
La necessità di modulare gli interventi protettivi per consentire la migliore utilizzazione delle risorse economico/finanziarie aziendali richiede una approfondita individuazione, valutazione, quantificazione e misurazione dell'efficacia delle azioni protettive perseguibili per ogni specifico rischio.
RISK management fornisce per i tipi di rischio individuati una elencazione delle possibili azioni da adottare.
 
Scelta delle azioni di protezione
La scelta delle azioni protettive da adottare è legata alla valutazione costi/benefici per le diverse alternative possibili.
RISK management aiuta nel raccogliere, coordinandole, tutte le informazioni necessarie per la migliore individuazione delle azioni protettive da adottare.
 
Reporting
RISK management fornisce i dati necessari per consuntivare e monitorare le azioni adottate e per svolgere le analisi sulle cause degli scostamenti con i risultati attesi.


FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA

Gestione della struttura dei gruppo o dell'azienda (RISK Identification)
identificazione della struttura delle unità (aziende, stabilimenti, business unit, divisioni, ecc.)
archiviazione delle informazioni dimensionali delle localizzazioni necessarie per la valutazione del rischio (giro d'affari, numero di dipendenti, flussi economici, ecc.)
 
Gestione del rischio connesso alle attività/processi/impianti dell'azienda (RISK Evaluation)
identificazione per ogni localizzazione dei gruppo o dell'azienda (società, stabilimento, ubicazione operativa, ecc.) dei processi aziendali e delle relative attività/sottoattività
individuazione delle minacce/rischi:
valutazione dei rischi connessi alle minacce/rischi.
 
Gestione delle azioni protettive da adottare (Risk Management)
scelta delle possibili azioni da adottare tenendo conto delle caratteristiche dei rischi incombenti
individuazione degli elementi da considerare per l'effettuazione dell'analisi rischi/benefici
quantificazione dei costi per le diverse azioni possibili
stima degli effetti protettivi delle azioni scelte
predisposizione della documentazione per i rischi.
 
Consuntivazione delle azioni
consuntivazione e monitoraggio delle azioni
reporting ed analisi degli effetti delle azioni adottate
gestione dei dati sulle attività


FUNZIONALITÀ ACCESSORIE

Accessibilità diretta dal programma a:

Microsoft Access
Microsoft Excel
Microsoft Word


SICUREZZA

Il programma e le singole funzionalità sono protetti dall'accesso con specifiche password.

Sono previste funzioni di salvaguardia degli archivi del programma.


PERSONALIZZAZIONI

Sono possibili personalizzazioni per l'accesso del programma a HOST o a reti.


Homepage Consulenza Formazione Software Hardware Networking E-mail

Ricerca:

© 1997 Copyright. All rights reserved. Data dell'ultimo aggiornamento:
Sunday, 26-Oct-97 22:17:50 MET